VIA COSTANTINO, 52 - 80125 NAPOLI coop.socialemarinella@pec.it 081.7261191

I Servizi

La Cooperativa Marinella è un’impresa sociale che opera dal 2004 nel settore delle attività SOCIO-ASSISTENZIALI offendo i propri servizi  per salvaguardare soggetti che vivono situazioni di disagio: minori, portatori di abilità diverse ed anziani,  con le rispettive famiglie, che vivono condizioni di disagio lieve o grave, ma anche immigrati, accolti sul territorio italiano e che necessitano di accoglienza e di cure Opera in integrazione con altre cooperative, organizzazioni del volontariato, realtà dell’associazionismo, istituzioni pubbliche presenti sul territorio dell’Ambito Sociale di riferimento e di altre zone limitrofe.  La Cooperativa annovera, infatti, un numero notevole di collaborazioni e di rapporti con Enti pubblici e privati che operano nel Terzo settore e altri protagonisti del non-profit sociale.

Lo scopo che i soci della cooperativa intendono perseguire è quello dell’interesse generale della comunità alla promozione ed alla integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione dei servizi sociosanitari, assistenziali ed educativi, ai sensi dell’articolo 1 lettera A) della legge 381/1991.
Fulcro del lavoro è promuovere la partecipazione attiva degli utenti agli interventi di cura. Con questo approccio, il lavoro della cooperativa non si limita all’erogazione di servizi, ma mira a costruire una cultura della solidarietà e dell’accoglienza e a valorizzare l’apporto possibile di tutti gli attori coinvolti e del cittadino alla vita sociale. La cooperativa Marinella è iscritta all’albo regionale delle Cooperative sociali della Regione Campania con decreto n. 787 del 27/09/2016.

I servizi svolti dalla Cooperativa sono di seguito elencati:

Dal 2004 la cooperativa Marinella gestisce una comunità alloggio per minori, che vanno dai 13 ai 18 anni, di sesso femminile (fino ai 21 anni nei casi di prolungamento delle misure amministrative). La comunità, nel corso degli anni, si è aperta ad ulteriori nuove istanze che il mondo del welfare propone, aprendo la propria struttura all’accoglienza di minori stranieri non accompagnati.

 

La comunità è una struttura socio-assistenziale residenziale con capacità ricettiva di norma non superiore a 6 minori di età tra i 4 e i 13 anni. La Comunità si propone di offrire agli utenti un posto accogliente, dove poter intraprendere un percorso educativo di crescita e di benessere.

 

La Cooperativa Marinella dall’aprile del 2015, svolge per conto della Prefettura UTG di Napoli il servizio di accoglienza ed assistenza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. Obiettivo delle attività svolte è quello di promuovere l’integrazione sociale dei soggetti Richiedenti/Titolari protezione internazionale e profughi, attraverso la sistematizzazione di un processo di accoglienza qualificata.

 

La Cooperativa Marinella, dal mese di Luglio del 2015 al mese di dicembre 2017, ha svolto per conto della Prefettura di Campobasso un servizio di accoglienza ed assistenza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale.

 

La Cooperativa Marinella dal mese di aprile del 2015 gestisce per conto della Prefettura di Chieti il servizio di accoglienza ed assistenza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale.

 


 All'interno dei Centri gestiti dalla cooperativa Marinella si tengono le seguenti attività: 

  • LABORATORI DI MUSICA: attraverso il supporto degli operatori viene studiato un repertorio musicale che spazia dalla musica africana fino alla musica tradizionale della nostra terra. Un viaggio tra IDENTITA’ E ALTERITA’. Si predilige l’uso di strumenti appartenenti ad altre identità musicali ma di fascino indiscutibile anche per la nostra comunità. Durante il percorso si realizzano anche alcuni eventi musicali, grazie alla collaborazione con associazioni del territorio.
  • LABORATORI DI DANZA: questo strumento persegue diversi scopi: aiuta ad entrare in contatto con il proprio corpo valorizzandone le diversità fisiche quali peso, altezza, misure ecc.,; permette di creare nuovi movimenti lasciando libera la fantasia di seguire il ritmo interno delle emozioni; consente di coinvolgere l'altro in una coreografia unica così come è unico il connubio tra due persone, tra le loro anime e le loro esperienze; migliora la stima di sé ed il senso di autoefficacia; potenzia la capacità di concentrazione e di attenzione sugli altri e sul proprio comportamento. Viene utilizzato per liberare le energie positive dei ragazzi e, successivamente, canalizzarle verso comportamenti ed atteggiamenti positivi e produttivi.
  • LABORATORI DI TEATRO: utilizza in modo privilegiato modalità espressive non verbali con l’obiettivo di promuovere il recupero e lo sviluppo del nucleo creativo dell’individuo sul piano psicosociale, cognitivo ed affettivo, e quindi delle sue capacità di comunicazione e relazione (competenze sociali). La rappresentazione ha natura didattico-educativa e mira a far conoscere ai più giovani, attraverso il mezzo teatrale, le tradizioni dei popoli africani ora presenti nel nostro territorio.
    Gli obiettivi che ci poniamo sono:
  • Educare alla conoscenza di realtà e culture differenti da quella in cui crescono, comunicando loro l'idea che la diversità è ricchezza e che appartiene a ciascuno di noi;
  • Favorire un tipo di apprendimento che abbia come basi la curiosità e l'interazione, caratteristiche proprie del mezzo teatrale e ancor più idonee nel caso dell'infanzia;
  • Dotare il giovanissimo pubblico di nuovi strumenti in contrasto con gli stereotipi, attraverso un percorso di conoscenza che valorizzi l'uomo e il bagaglio culturale di cui è portatore;
  • Garantire agli utenti del Centro uno spazio di espressione e di racconto che generalmente gli è negato quando si trovano ad essere ospiti in una terra straniera.
  • LABORATORI DI ARTE: all’interno dei nostri centri l’arte è utilizzata come strumento di comunicazione, là dove la comunicazione non risulta semplice a causa delle differenze linguistiche, tale progetto risulta un mezzo utile agli operatori per creare sempre più legami e relazioni con gli ospiti dei centri. L’obiettivo non sarà trasmettere la tecnica artistica, ma tutt’altro: questa esperienza va a sollecitare l’alfabeto delle emozioni in un momento della vita in cui le emozioni sono difficili da definire e descrivere. L’arte viene utilizzata quindi come strumento di comunicazione che viene concretizzato in un prodotto artistico. Tutto questo non avrebbe senso se non ci fosse uno spazio simbolico, uno spazio di condivisione, dove c’è l’incontro tra persone. Il progetto si articola in un laboratorio vero e proprio dove sono sperimentati e utilizzati modi non tradizionali di dipingere: pennelli, spugne, rulli, pittura con le dita e si creeranno oggetti e sculture con materiali di recupero.
    • ATTIVITÀ SPORTIVE E ATTIVITÀ LUDICHE: sono svolte attività quali il calcio, ping pong, calcio balilla, giochi di carte e giochi da tavolo e altri giochi di gruppo con la partecipazione degli operatori, al fine di promuovere un rapporto fondato sull'alleanza sia tra gli ospiti che tra questi e gli operatori.
    • ATTIVAZIONE DI TIROCINI LAVORATIVI: Le cooperative associate sottoscriveranno protocolli di intesa con aziende del territorio per l’attivazione di tirocini lavorativi a favore degli utenti accolti presso la nostra struttura. Offriremo la possibilità agli utenti di iniziare ad imparare un mestiere, e di intraprendere un percorso di integrazione sociale. Per la realizzazione di questa iniziativa, ci avvaliamo della collaborazione con realtà imprenditoriali presenti nella Provincia di Napoli.